Scopri Costa Rei

SPIAGGE E NON SOLO…

 

Costa Rei è quel tratto di costa sud-orientale che va da Punta de Is Cappucinus fino a Capo Ferrato. Nel territorio di Muravera e Castiadas, Costa Rei è sicuramente il litorale più famoso per le sue splendide spiagge che circondate dalla macchia mediterranea rendono il paesaggio incantevole.

 

La località si estende per circa 10 km, da Porto Pirastu a Cala Sinzias, e ha il centro ideale ai piedi del Monte Nai (200 m) che dà il nome anche alla zona circostante. L’agglomerato urbano è diviso nelle zone di Sa Perda Niedda, Sa Murta (centro), Le Ginestre, Gli Asfodeli, I Ginepri (sud), Turagri, Rei Marina e Rei Plaia (nord). Sulla etimologia del toponimo COSTA REI esistono due teorie: la prima fa derivare il nome della parola “re”, quindi “costa del re; tale versione è avvalorata anche dalla limitrofa località di Cala Reina (ora Cala Regina) lungo la litoranea per Cagliari. Una seconda ipotesi sostiene che il nome Costa Rei derivi dal fatto che nell’Ottocento vi era una colonia penale nella vicina Castiadas dove i detenuti (rei) lavoravano alle bonifiche delle zone paludose.

 

La zona è ideale per chi ama le lunghe distese sabbiose grazie alla presenza di una varietà di spiagge come Cala Sinzias, Sant’Elmo, Santa Giusta, Monte Nai, Piscina Rei e Capo Ferrato e anche per chi preferisce scogli e rocce, infatti, a Costa Rei è bellissimo visitare con meravigliose immersioni subacquee i fondali lungo tutta la costa e l’incantevole Parco Marino di Serpentara che ospita una flora e una fauna uniche.

La spiaggia di Costa Rei si estende per una lunghezza di circa 10 km. La sabbia è fine e bianchissima, il mare assume intensi e meravigliosi colori che vanno dal turchese allo smeraldo al blu intenso. Il fondale è sicuro e poco profondo, ideale per i bambini e per i grandi meno intrepidi! Partendo da Cala Sinzias dopo un ampio tratto di spiaggia incontriamo la zona del Monte Turno, un antico vulcano, caratterizzato dalla presenza di rocce di colore scuro dalle quali è possibile fare dei bei tuffi.

 

Andando ancora avanti troveremo la zona di Sant’Elmo, nome di un piccolo scoglio della zona che ha la particolarità di essere attraversato al suo interno da una piccola grotta esplorabile con una semplice immersione subacquea e per i più esperti anche in apnea. All’interno di questa cavità, nella parte superiore rimane intrappolata una bolla d’aria.

 

Andando avanti troviamo ancora alcune rocce che culminano in un grande scoglio, il famoso Scoglio di Peppino, il più bello di Costa Rei.

 

Si tratta di un granito Bianco, della lunghezza di circa 30 metri. E’ adagiato quasi sulla riva e ha la forma di una balena. Ha una piccola insenatura dove l’acqua è rossi. Sono alberi plurisecolari protetti e caratteristici delle coste sarde. Da qui si snoda una lunga spiaggia a ridosso di Monte Nai dal quale si domina con un solo sguardo tutta la Baia di Costa Rei.

 

Il centro della spiaggia è noto come Piscina Rei ed è caratterizzato da piccole dune e dai famosi gigli di mare, sicuro indice di assenza di ogni tipo di inquinamento. La spiaggia si conclude con gli scogli che la dividono da una piccola baia naturale, Porto Pirastu, un’insenatura riparata dai venti e per questo utilizzata nell’antichità per l’attracco delle navi.

 

Dopo Porto Pirastu troviamo Capo Ferrato, l’ultimo scorcio di Costa Rei, con i suoi rossi scogli granitici a picco sul mare, ideale per gli amanti della pesca!

 

Costa Rei è il posto ideale per ha voglia di mare e per chi apprezza la natura ancora incontaminata. Bellezze naturali e archeologiche fanno parte del paesaggio di Costa Rei come l’isola di Serpentara e l’Isola dei Cavoli , raggiungibili con delle entusiasmanti gite in barca;i monti dei Sette Fratelli , all’interno dei quali è possibile fare delle interessanti escursioni; le riserve naturali di Colostrai dove potrete ammirare i famosi e meravigliosi fenicotteri rosa.

 

A Costa Rei, nella zona di Piscina Rei si possono ammirare 22 Menhirs risalenti al 5000 A.C. circa. Nella località “Cuili Piras” si può visitare un complesso megalitico composto da 53 Menihrs.

 

I Menhirs sono delle pietre fitte verticali nel terreno, scolpite e solitamente di forma allungata che possono raggiungere l’altezza di 5 metri circa. Possono trovarsi isolati o disposti in allineamenti rettilinei o circolari; rappresentano la divinità maschile e la fertilità nell’ambito delle religioni delle popolazioni neolitiche.

 

In località Santa Giusta, troviamo il Nuraghe “S’Omu e S’Orcu”, il nuraghe più grande di tutta la zona Sud-Orientale. Si trova vicinissimo al mare in posizione dominante su una piccola altura. I primi Nuraghi risalgono al 1500 a.C. Sono torri tronco coniche a base circolare costruite sovrapponendo grandi massi fra loro; costruzioni fortificate a scopo di difesa. Sono collocati sulla sommità di una collina o ai margini di un altopiano, in posizione di dominio rispetto al territorio circostante.

 

Il Nuraghe di Costa Rei S’Omu e S’Orcu è costituito da un Mastio centrale Trilobato che avvolge la Torre Centrale ed è dotata di una Cortina Muraria che comprende 5 Torri e un cortile interno.

 

Curiosità

 

sulla etimologia del toponimo COSTA REI esistono due teorie: la prima fa derivare il nome della parola “re”, quindi “costa del re” tale versione è avvalorata anche dalla limitrofa località di Cala Reina (ora Cala Regina) lungo la litoranea per Cagliari.

Una seconda ipotesi sostiene che il nome Costa Rei derivi dal fatto che nell’Ottocento vi era una colonia penale nella vicina Castiadas dove i detenuti (rei) lavoravano alle bonifiche delle zone paludose.

 

Se desideri scoprire Costa Rei, la sua spiaggia e il suo meraviglioso mare noi possiamo darti una mano! Contattaci senza impegno e ti aiuteremo nella ricerca della tua casa vacanza!

INDIRIZZO MAIL: info@baiazzurra.com
CELLULARE: +39 337812523

Telefono Costa rei +39 070991494